Tu sei qui

Indicatore di tempestività dei pagamenti

StampaSalva .pdf

DECRETO LEGISLATIVO 9 novembre 2012, n. 192
….

 

a) trenta giorni dalla data di ricevimento da parte del debitore della fattura o di una richiesta di pagamento di contenuto equivalente. Non hanno effetto sulla decorrenza del termine le richieste di integrazione o modifica formali della fattura o di altra richiesta equivalente di pagamento;
b) trenta giorni dalla data di ricevimento delle merci o dalla data di prestazione dei servizi, quando non e' certa la data di ricevimento della fattura o della richiesta equivalente di pagamento;
c) trenta giorni dalla data di ricevimento delle merci o dalla prestazione dei servizi, quando la data in cui il debitore riceve la fattura o la richiesta equivalente di pagamento e' anteriore a quella del ricevimento delle merci o della prestazione dei servizi;
d) trenta giorni dalla data dell'accettazione o della verifica eventualmente previste dalla legge o dal contratto ai fini dell'accertamento della conformita' della merce o dei servizi alle previsioni contrattuali, qualora il debitore riceva la fattura o la richiesta equivalente di pagamento in epoca non successiva a tale data.

 

“Le pubbliche amministrazioni elaborano, sulla base delle modalità di cui ai commi da 3 a 5 del presente articolo, un indicatore annuale dei propri tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture, denominato:<<indicatore annuale di tempestività dei pagamenti>> (DPCM del 22 settembre 2014 – art.9).

Anno 2019
  • Indice tempestività dei pagamenti 4° trimestre 2019.pdf
  • Indice di tempestività dei pagamenti 2019.pdf
  • Indice tempestività dei pagamenti 3° trimestre 2019.pdf
Anno 2018
Anno 2017
Anno 2016
Anno 2015
Anno 2014

 

Sito realizzato nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte aperte sul web, Personalizzazioni a cura di Emiliano de Gaetano

Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.